La Cipolla Rossa abbraccia il Continente Nero

I nostri prodotti tipici possono essere occasione per creare un ponte con popolazioni lontane che soffrono la fame. Questo è il senso dell’evento “La cipolla rossa abbraccia il Continente Nero” che si apre mercoledì 4 giugno con un concerto e una raccolta fondi. A suonare saranno i musicisti del Benin e della Finlandia dell’Helsinki Cotonou Ensemble. Il concerto aprirà la programmazione dell’estate acquavivese che quest’anno ospiterà, in rete con Bari, una parte della programmazione del Festival dei Popoli.

la cipolla rossa

“La Cipolla rossa incontra il Continente nero” è una manifestazione che vede la collaborazione delle amministrazioni comunali di Acquaviva e di Sannicandro con l’associazione Kirkù e la Strega Povertà di Sannicandro. Obiettivo: aiutare i coltivatori di un villaggio dell’Uganda a coltivare una varietà della cipolla rossa autoctona del tutto simile a quella di Acquaviva delle Fonti. Il programma, presentato il 13 maggio ad Acquaviva a Palazzo de Mari, nel convegno “L’innovazione in agricoltura”, prevede il trasferimento del know-how pugliese nella produzione agricola, l’inserimento in
filiera delle produzioni locali e la donazione di macchine agricole per permettere alle coltivazioni ugandesi di migliorare in termini di qualità e quantità. Il coordinamento e l’attuazione del progetto sono affidati alla provincia dell’Ordine dei Frati Minori della provincia di San Francesco in Africa, Madagascar e Mauritius, guidata dal pugliese padre Carmelo Giannone e dalla parrocchia di Rushooka (Uganda).

In prospettiva, l’iniziativa umanitaria, nata all’interno del coordinamento dei comuni che aderiscono al manifesto “Il Cuore di Puglia per Expo 2015”, prevede anche il coinvolgimento dell’Istituto Agronomico del Mediterraneo per progetti di ricerca per sostenere la qualità delle produzioni agricole. Ospite dell’evento sarà il sindaco di Sannicandro, Vito Novielli.

In collaborazione con:

Kirikù e la strega Povertà Onlus

Annunci